“Non c’è tempo per essere tristi”: parola della nonna più famosa d’Italia

Pubblicato da Giovanna Di Notte il

Ha vissuto la guerra. Ha perso una figlia e, da qualche anno, il destino le ha strappato anche l’amore della sua vita. Eppure per nonna Licia “Non c’è tempo per essere tristi” ed è questo il titolo del suo libro-biografia, scritto a quattro mani con il nipote Emanuele ed edito da DeAgostini.

Licia Fertz è diventata un’influencer a 90 anni. Il suo profilo Instagram sfiora i 100mila follower ed è una delle influencer più amate d’Italia.

Il primo post sul profilo Instagram di Nonna Licia

Dall’idea (geniale) del nipote Elo, nel 2018 è nata la rubrica “Buongiorno nonna”: un appuntamento fisso per il nipote trentenne che si divertiva ad immortalare i momenti di quotidianità della nonna e per i tanti curiosi attratti dai frammenti di quotidianità di Licia. Giorno dopo giorno sempre più utenti hanno iniziato a sbirciare nella vita della simpatica nonna.

Elo ha deciso di far approdare nonna Licia sui social per tirarla fuori dal vortice dei pensieri negativi, dalla tristezza.

E così  le stories pubblicate sul profilo hanno raggiunto migliaia di visualizzazioni e sono diventate un raggio di sole, non solo per la signora Fertz, ma anche per migliaia di utenti. I consigli di nonna Licia e i suoi messaggi (conditi sempre da un pizzico di ironia) arrivano dritti al cuore. La sua simpatia e la sua ribelle saggezza rappresentano il meglio del mondo virtuale.

Così, dopo aver posato in diversi servizi fotografi, essere stata ospite in diverse trasmissioni delle reti nazionali e aver sfilato sul red carpet, l’influencer viterbese debutta anche in libreria.

La storia di Licia, istriana d’origine ma trapiantata a Viterbo per amore, è la storia di una donna che nella vita ha creduto nell’amore, nella famiglia ma non rinunciando mai alla sua realizzazione professionale. Al giorno d’oggi questo non farebbe notizia ma la tenacia di Licia ha vinto anche contro gli stereotipi di quel periodo. Una donna forte, nonostante i dolori incontrati durante il suo cammino.

 “Quando capitano le tragedie è molto più facile buttarsi giù

che provare a riemergere,

ma con l’amore e il sostegno della famiglia

tutto è possibile”

Licia Fertz

Il libro ripercorre tutta la vita di Licia Fertz, dalla nascita ad oggi. Ogni mattina, per mesi, Elo ha ascoltato i suoi racconti del passato, insieme hanno rispolverato gli album di famiglia e, tra lacrime e sorrisi, ha supportato la nonna in questa nuova avventura: quella di pubblicare il suo primo libro. 

Perché, se non c’è tempo per essere tristi non è mai troppo tardi per essere felici!

La donna aveva senso come madre, se provavo a realizzarmi come donna, mi guardavano come un’eretica..

Avevo imparato a farmi scivolare quegli sguardi di dosso, provando compassione per il loro pensiero così limitato..

Ero orgogliosa di chi ero, ero sicura dell’uomo che amavo e non esisteva giudizio di sconosciuti in grado di far traballare la mia sicurezza.

Ero una donna realizzata

Dal libro “Non c’è tempo per essere tristi”

E’ il racconto di una 90enne che ha seguito il suo cuore, ma anche la ragione e la sua voglia di indipendenza. Nonna Licia rappresenta tutte noi: madri, mogli, single e nonne.

E voi seguite Nonna Licia? Se la risposta è no, non perdete tempo: i suoi post e le sue stories regalano una sana dose di ottimismo!


Giovanna Di Notte

Il mio nome è Giovanna e sono una giovane 35enne  orgogliosamente campana “doc”. Sono moglie, mamma di Bianca e giornalista. Irrequieta, sensibile e testarda. Ho cominciato a muovere “i primi passi” con un microfono in tasca nella redazione romana di Retesole e dopo aver consumato le suole correndo (letteralmente) tra manifestazioni in piazza e diecimila conferenze in Campidoglio, mi sono rimessa in gioco anche nella tranquilla, ma mica tanto eh, provincia italiana. Tra una poppata e un ciambellone non ho mai perso di vista il mio obiettivo e attualmente collaboro per un quotidiano nazionale. Posso dirlo: sono felice. Ascoltare la gente e le loro storie rende questo lavoro speciale, non potrei farne a meno. La mia curiosità non conosce confini, sarà per questo che amo viaggiare. Il mio sport preferito? Cucinare.. Sono qui per raccontarvi cosa si dice in giro, con la stessa grinta di sempre

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.