G-Train, un gioiello in movimento

G-Train, un gioiello in movimento

Viaggiare in treno può essere più o meno piacevole. Sicuramente la durata della percorrenza, l’estetica dei vagoni, la pulizia del treno e la compagnia di viaggio sono fattori che fanno la differenza.

A proposito, sapete che forse tra qualche anno esisterà un treno interamente in vetro, super tecnologico, che di notte si illumina come una cometa? Stiamo parlando del G-Train, un mezzo innovativo che ripensa i viaggi di lusso. Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta!

Il G-Train richiederà circa due anni per essere costruito e potrà raggiungere i 160 km orari – (Fonte: Thierry Gaugain)

Chi ha inventato il G-Train?

Dietro l’idea del G-Train c’è il designer francese Thierry Gaugain. Quest’ultimo inizia la sua carriera come designer industriale per il marchio Vuitton e per altre firme di alta moda; in seguito, negli anni Novanta, si accosta al mondo degli yacht e delle barche a vela. Ora, infatti, Thierry Gaugain è famoso per aver lavorato a stretto contatto con il designer Philippe Starck e per aver progettato importanti imbarcazioni di lusso, tra cui Venus, il super yacht di 80 metri di Steve Jobs.

La forte passione del designer per i treni ha fatto sì che ideasse un treno all’avanguardia in cui sogno e realtà si incontrano. G-Train – di cui al momento si ha solo un prototipo – è il primo progetto di Gaugain su una locomotiva che tra qualche anno andrà a ereditare come mai prima d’ora lo spirito dell’Orient Express e di altri treni di lusso del XX secolo. 

Caratteristiche del G-Train

Thierry Gaugain immagina il G-Train come un treno ad altissima velocità lungo 400 metri e studiato per viaggiare in tutto il mondo. Questo convoglio sarà costituito da 14 carrozze (con camere e suite al loro interno) che possono aprirsi e trasformarsi in meravigliose terrazze quando il treno è fermo. Un modo innovativo e smart per godersi il panorama! 

Esterno con terrazza ribaltabile dove poter ammirare il panorama – (Fonte: Thierry Gaugain)

In generale, G-Train mira ad avere diverse particolarità, tra cui gli esterni delle carrozze in vetro smart: si tratta di un vetro in grado di passare dal trasparente all’opaco o dall’opaco al nero grazie a una tecnologia molto avanzata. Di notte poi, alle alte velocità, G-Train emetterà una scia di luce dorata tale da sembrare una cometa…non è affascinante? Per Thierry Gaugain, infatti, la luce è un elemento fondamentale in questo progetto, in quanto esalta il lusso del treno. 

Scia di luce che emetterebbe il G-Train di notte – (Fonte: Thierry Gaugain)

Ma anche la tecnologia gioca un ruolo determinante, soprattutto per gli spazi interni. Per questi ultimi, il designer ha pensato a una cosa veramente unica nel suo genere: dare la possibilità ai futuri ospiti di premere un pulsante e scegliere uno scenario (tra i sette disponibili) da proiettare nell’ambiente interno, in modo da cambiarne la visuale. In poche parole: supponiamo che all’esterno si presenti una giornata tipicamente natalizia e si viaggi su una montagna in mezzo alla neve; a quel punto l’ospite, se vorrà, potrà decidere in qualsiasi momento di premere il pulsante e cambiare il panorama all’interno del proprio vagone. Avrà la possibilità di scegliere lo scenario che più gradisce (estivo, esotico o di altro genere) e che più rappresenti il suo stato d’animo in quell’istante. 

Inoltre, all’interno di un giardino presente nel treno, gli ospiti potranno anche ricercare atmosfere diverse. 

E per finire, ciliegina sulla torta…all’interno del treno ci saranno anche una palestra, una SPA, un cinema e un ristorante! Sembrerebbe che Thierry Gaugain abbia voluto creare più spazi in questo treno che non in uno yacht.

Un treno per tutti?

L’idea del designer francese è che G-Train – con un valore stimato pari a 350 milioni di dollari – debba avere un solo proprietario, che sia perfettamente consapevole della singolarità di questo treno. Dunque, G-Train non è concepito come un treno pubblico o un treno passeggeri, ma come un treno esclusivo e riservato a pochissimi ospiti, coloro che potranno permettersi di soggiornare in questo resort su rotaia.

Ambiente esterno per eventi di gala – (Fonte: Thierry Gaugain)

Insomma, il G-Train ripensa il modo di vivere il viaggio in treno per regalare un’esperienza unica, a tratti magica, che permetta di apprezzare maggiormente il mezzo di trasporto e il tempo a disposizione per viaggiarvi – in un’atmosfera lussuosa – invece della destinazione.

Come già accennato prima, al momento G-Train è solo un prototipo, ma già da diverso tempo a questa parte Thierry Gaugain ha formato un team di esperti del settore ferroviario in modo da concretizzare il concept di questo treno.
Speriamo che questo sogno diventi realtà!

Barbara Russo

#leperledibi

SEGUI DISTANTI MA UNITE! Sulle nostre pagine social: Facebook, TwitterInstagram e Telegram. Iscriviti alla nostra newsletter. E partecipa al nostro sondaggio perché La tua opinione conta!

ilpoteredellacondivisione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *