Viaggiatori Ecologici: green influencer alla riscossa

Viaggiatori Ecologici: green influencer alla riscossa

Viaggiatori Ecologici: le nostre vite, ogni giorno più sostenibili!

VALENTINA LA CARA – EDOARDO MANZa

Oggi vi racconto la storia di Edo e Vale. Due spiriti liberi al servizio dell’ecologia. Due giovani sognatori animati dalla volontà di contribuire alla costruzione di un mondo migliore. Per loro stessi, per la Terra, per chi verrà dopo di noi.

Viaggiatori Ecologici

Armati di entusiasmo, guanti, videocamera e social network, viaggiano in camper percorrendo l’Italia da Nord a Sud con l’obiettivo di raggiungere e sensibilizzare quante più persone possibili alla tutela dell’ambiente.

Ecologia

(…) Il termine è spesso adoperato per indicare la necessità di conservare e difendere la natura, e l’insieme dei provvedimenti rivolti a eliminare quanto può turbare l’equilibrio dell’ambiente naturale.

Vocabolario Treccani

Un’idea, mi raccontano, che nasce dall’esigenza di convertire il tempo speso per lavorare in tempo prezioso, che ci desse la possibilità di fare qualcosa d’importante per la comunità.

Due anni e mezzo fa, infatti, Valentina ed Edoardo hanno mollato tutto: le loro vite precedenti, il loro lavoro “sicuro”…

…e dopo aver risparmiato per poterci permettere l’investimento iniziale per avviare il progetto, abbiamo comprato il nostro amato camper, la nostra macchina fotografica e siamo partiti. Avendo a disposizione dei mezzi di comunicazione veramente molto potenti come i social network, abbiamo aperto la nostra pagina Instagram Viaggiatoriecologici e quella YouTube con lo stesso nome. E abbiamo cominciato semplicemente a condividere il nostro stile di vita e le raccolte rifiuti fatte in ogni posto che raggiungevamo.

Volevamo che il nostro pubblico potesse guardare insieme a noi la bellezza del mondo e conoscere la diversità delle varie situazioni che avremmo incontrato. Ma allo stesso tempo desideravamo potesse imparare a riconoscere quei comportamenti che ogni giorno ci permettono di far sì che ciò che ci circonda rimanga il più sano possibile.

Quindi, oltre a viaggiare, abbiamo cominciato a raccogliere rifiuti in tutto il Paese testimoniando la situazione ambientale di ogni posto che raggiungevamo, coinvolgendo persone e sensibilizzando chi ci stava intorno sia fisicamente che digitalmente. 

Viaggiatori ecologici

Vita itinerante

Edoardo e Valentina vivono in un camper insieme al loro amato amico a quattro zampe Bubble. Ogni giorno si cibano di ideali, entusiasmo e voglia di cambiare il mondo. Una vita semplice, essenziale, alla ricerca della felicità nelle piccole cose.

Viaggiatori ecologici

Vivere in camper ti “costringe” ad imparare a selezionare ciò che è veramente essenziale nella tua vita poiché lo spazio è chiaramente molto più limitato rispetto a quello di un appartamento. Quindi, che tu lo sappia fare o meno, devi imparare a capire di cosa hai veramente bisogno.

Per quanto riguarda l’abbigliamento, abbiamo due cassettoni di circa 60 cm di lunghezza e 30 di profondità, che utilizziamo come armadio e in cui ci sono tutti i nostri capi invernali ed estivi. Se ci rendiamo conto che qualcosa non ci serve più lo diamo via, regalandolo o portandolo nei negozi di vestiti usati, così da non accumulare cose che occuperanno spazio inutilmente.

Per il cibo invece viviamo una fortuna nella sfortuna. Il nostro vecchio camper, infatti, ha il frigo rotto e quindi ci siamo abituati ad acquistare sempre alimenti freschi e di stagione. Andiamo alla ricerca dei mercati comunali o dei contadini che vendono al dettaglio i propri prodotti. Ed essendo vegetariani ci riesce molto facile trovare ciò di cui abbiamo bisogno.

Io sono me più il mio ambiente e se non preservo quest’ultimo non preservo me stesso.

José Ortega y Gasset

Quando ci capita di tornare a casa dai nostri genitori, tutto ciò che abbiamo in camper per vivere non riempie nemmeno una stanza. Ma la cosa che ci ha stupito di più soprattutto all’inizio è che non ci manca nulla. Semplicemente riusciamo a dar valore ad ogni cosa che abbiamo.

Un sogno green ed eco-sostenibile

Dobbiamo essere sinceri: per noi non è stato difficile avviare il nostro progetto. Era il nostro sogno e quindi non abbiamo percepito i problemi come tali ma come stimoli per riuscire a realizzare ciò che desideravamo. Inizialmente siamo potuti partire grazie ai risparmi del nostro lavoro precedente in un negozio di telefonia. Dopodiché fortunatamente il nostro progetto ha ingranato e quindi abbiamo cominciato a guadagnare il minimo indispensabile grazie alle nostre attività sui social.

Inoltre da 1 anno a questa parte siamo entrati a far parte di una grande realtà (e famiglia) che si chiama “TheShow“. Si tratta di un canale editoriale che lavora principalmente su YouTube con 3 MLN e mezzo di iscritti, sul quale facciamo esperimenti sociali legati all’ecologia. Grazie a questo stiamo piano piano trasformando la nostra passione in un vero e proprio lavoro.

Il costo della nostra vita è molto basso, principalmente spendiamo per la benzina del camper che spostiamo circa una volta al mese, bombole del gas per cucinare ed acqua calda che costano 35 euro e durano circa 3 mesi, internet sui cellulari per poter lavorare e cibo. Nel complesso spendiamo sicuramente molto meno rispetto a quando vivevamo in affitto a Torino.

Viaggiatori Ecologici

Una passione di coppia

A Torino i nostri Viaggiatori Ecologici avevano un lavoro. Valentina La Cara era responsabile di un negozio di telefonia, Edoardo Manza era dipendente in quello stesso centro. Si sono conosciuti, si sono innamorati e presto quella vita “dettata dalle convenzioni sociali” è semplicemente diventata “il passato” in nome di un bene superiore: la salvaguardia ecologica del nostro Paese.

E’ stato proprio un colpo di fulmine, mi racconta Valentina. Entrambi abbiamo proprio sentito che le nostre vite si sarebbero affiancate e così è accaduto. Edo fu assunto, cominciammo a lavorare insieme e dopo 10 giorni vivevamo già nella stessa casa, da quel momento non ci siamo più lasciati.

L’ecologia è arrivata dopo, nel senso che entrambi eravamo super giovani e piano piano abbiamo cominciato ad abbracciare uno stile di vita sempre più sostenibile. Potrei dire che se l’ecologia non è stata determinante per far scoccare la scintilla, lo è stata per l’amore del nostro progetto e per la nostra nuova bellissima vita insieme.

Edo e Vale diffondono le loro attività soprattutto attraverso i video che poi caricano sui loro social. Organizzano raccolte di rifiuti, si autoproducono tutto ciò di cui hanno bisogno e sono sempre a caccia di realtà con cui collaborare o di posti da visitare.

Abbiamo ripulito spiagge, boschi, strade e campagne ed in ogni situazione qualcuno è intervenuto ringraziandoci, partecipando o ammettendo che forse doveva cambiare qualcosa nella propria vita per migliorare la situazione. Oltre a questo, raccontiamo di realtà virtuose nel mondo della sostenibilità e valorizziamo la bellezza dei territori che raggiungiamo con video e foto che pubblichiamo sui nostri canali.

Per ora il loro tour è composto di tappe italiane in giro per lo Stivale. Ma per il futuro non escludono nuovi orizzonti. E se Valentina sogna di fare un viaggio on the road in Africa, Edoardo pensa al Giappone.

Desideri, più che progetti pianificati. Perché il loro segreto è quello di lasciarsi portare dalla marea. Senza itinerari ben precisi. Cullati da quel senso di libertà che uno stile di vita come quello che hanno scelto può regalar loro.

Uno degli aspetti più belli della vita itinerante è la percezione diretta della libertà. Svegliarsi quando si vuole in un posto diverso da quello della mattina precedente, non ha prezzo e poi sicuramente la possibilità di conoscere ogni giorno tantissime persone nuove, piene di storie, emozioni e caratteristiche diverse. Vivere “in strada” è meraviglioso. Noi se siamo insieme stiamo bene, è l’unico presupposto a cui non rinunciamo per nessun motivo. Essere insieme è il valore aggiunto delle nostre esperienze.

Viaggiatori Ecologici

Il risveglio della coscienza ambientale

Il nostro obiettivo è quello di riuscire a “risvegliare la coscienza ambientale dei singoli individui” e cercare di far comprendere quanto sono importanti le azioni che ogni giorno compiamo nella nostra vita. In questa società così frenetica, spesso ci perdiamo e ci dimentichiamo di essere parte di una collettività e di un sistema che può funzionare bene solo se cominciamo ad essere veramente consapevoli dell’impatto che ha la nostra vita su questo pianeta.

Sostenibilità

 Capacità di soddisfare i nostri bisogni senza compromettere le possibilità di vita dei prossimi abitanti che verranno: per questo, è molto importante che l’ambiente che ci circonda smetta di esser trattato come se non avesse importanza.

Questo non vuol dire soltanto adoperarsi per inquinare il meno possibile bensì impegnarsi ogni giorno per essere delle persone migliori. Crediamo che un giorno il mondo possa essere un luogo migliore e soprattutto più giusto per tutti, per questo vogliamo essere parte attiva del cambiamento che tanto desideriamo.

Viaggiatori Ecologici

Siamo convinti che tutto parta dal singolo individuo, nel senso che è veramente fondamentale che giorno dopo giorno si diventi sempre più consapevoli di ciò che ci circonda. Non ci sono delle regole per essere più sostenibili: l’importante è pensare, acquistare e comportarci considerando tutte le conseguenze di quella specifica azione che stiamo facendo. In questo modo saremmo in grado di fare la scelta più rispettosa per il “nostro pianeta” e quindi per noi stessi.

Ci deve essere un modo migliore per fare le cose che vogliamo, un modo che non inquini il cielo, o la pioggia o la terra

PAUL MC CARTNEY

L’entusiasmo di Edoardo e Valentina è travolgente, ma il riscontro del pubblico non è stato sempre all’altezza delle aspettative.

Soprattutto all’inizio, abbiamo ricevuto risposte molto contrastanti, nel senso che chi ci scopriva e cominciava a seguirci ci apprezzava moltissimo mentre chi veniva a conoscenza del nostro progetto tramite articoli o interviste aveva una sola ed unica domanda: “come vi mantenete?” oppure “eh ma il vostro camper inquina”.

Inizialmente questo ci dispiaceva, perché ci sembrava che l’interesse di alcuni non ricadesse sul nostro progetto e che l’attenzione si spostasse sulla voglia di screditare un’iniziativa un po’ diversa da quelle di cui si sente parlare di solito. Poi abbiamo imparato a non prendercela ed a continuare a coltivare ciò che di bello ci regalano le persone ogni giorno da quando abbiamo iniziato.

Una delle cose che ci rende più felici, infatti, sono i ragazzi e le ragazze molto giovani che ci ringraziano per avergli fatto scoprire nuove cose e che ci dicono che dopo aver visto un nostro contenuto, ad esempio, non getteranno più il mozzicone per terra o che non utilizzeranno più la plastica monouso e che magari convinceranno anche i propri genitori a non farlo.

Ogni individuo ha il potere di fare del mondo un posto migliore

sergio bambarÈn

Noi giovani siamo il futuro

I loro interlocutori privilegiati sono inevitabilmente i giovani. Edo e Vale parlano un linguaggio diretto, quello dei social, e hanno ben chiaro in mente che il cambiamento deve partire proprio dalle future generazioni.

Quello che ci sentiamo di consigliare ai giovani (ma in realtà a tutti) è di non smettere di credere che le cose possano essere un giorno migliori rispetto a come lo sono oggi e soprattutto che per ottenere un cambiamento positivo è fondamentale la partecipazione e la cooperazione di ognuno di noi.

Non bisogna mai smettere di pensare a quanto le nostre scelte e la nostra personalità influiscano sull’andamento del mondo. Il destino dell’umanità è in mano alle nuove generazioni. Sembra la frase di un film, ma nel 2021 è la verità: dobbiamo essere in grado di fare meglio rispetto a ciò che è già stato fatto.

L’ambiente è dove tutti noi ci incontriamo; dove tutti abbiamo un interesse comune; è l’unica cosa che tutti noi condividiamo

Lady Bird Johnson

Il motto dei Viaggiatori Ecologici è: “Viviamo in camper e viaggiamo senza confini, l’unico limite? Rispettare e ripulire la nostra Terra”.

E noi, siamo pronti a fare la nostra parte?

Anche noi sul nostro www.distantimaunite.com facciamo la nostra parte nel sensibilizzare giovani e adulti alla tutela dell’ambiente. La nostra Green-Tosa ci regala ogni settimana spunti di riflessione e ci indica la giusta via da seguire per uno stile di vita nel rispetto dell’ecologia.

Se ti è piaciuto l’articolo lascia qui il tuo commento e seguici sulle nostre pagine social. Ci trovi su Instagram, Facebook e Twitter.

Elisabetta Mazzeo

Elisabetta, classe 1981. Ogni 18 anni un cambiamento. Prima la Calabria, poi Roma, ora Zurigo. Domani chissà. La mia sfida quotidiana? Riuscire nell’impresa di essere contemporaneamente mamma, moglie, giornalista, scrittrice e ora anche blogger. Ore di sonno: poche. Idee: tante. Entusiasta, curiosa, caparbia, sognatrice. Scrivere è un’esigenza. Una lunga gavetta nei quotidiani e nelle tv locali, poi l'approdo come inviata di Sport Mediaset. Non ho dubbi: il mio è il mestiere più bello del mondo. Una passione prima che un lavoro. Oggi ricopro l'inedito ruolo di vicedirettore a distanza di Retesole, l’emittente che mi ha visto crescere umanamente e professionalmente. Divoro libri e uno l'ho anche scritto, mi nutro di storie di sport, mi diletto in cucina, scatto e colleziono foto, mi alleno quanto basta per non sentirmi in colpa e in compenso macino chilometri armata di scarpe da ginnastica e passeggino. Se fino a tre anni fa la mia vita viaggiava a ritmi frenetici, l’arrivo di mia figlia ha rimodulato le priorità. E adesso è con lei e per lei che continuo a mettere le mie passioni in campo, tra "pensieri e parole".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *