Come smettere di allattare

Come smettere di allattare

“Come smettere di allattare” credo di averlo cercato almeno 100 volte su Google negli ultimi giorni.

La verità é che quando siamo incinte ci parlano sempre del parto ma pochissimo dell’allattamento. Ovvero del fatto che dopo aver partorito quell’esserino ti si attaccherà tipo ventosa e non si staccherà più dal tuo seno per ore. A parte gli scherzi credo che allattare sia complicatissimo. Non sai come fare attaccare bene il bambino al seno. L’infermiera le prime volte te lo spiegherà venti volte. Ti dirà anche di fare attenzione ad abbassargli il mento cosi si attaccherà bene e non si creeranno “ingorghi”. E tu non capirai di cosa ti parla finché non ti troverai con il seno duro come una pietra e la febbre. A no, quella é la “mastite” che porta anche la febbre. Ricordo la prima notte a casa, sola, Lorenzo attaccato al seno, tremavo per la febbre e cercavo ” Ma posso allattare se ho la febbre?” .

Santo Google, quanto mi ha aiutato all’inizio dell’allattamento.

L’ allattamento, che cosa difficile!

Una volta iniziato l’allattamento al seno, per quanto tempo dovresti continuare? Tre mesi ? Sei mesi ? Un anno ? Di più ? L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e altre organizzazioni sanitarie raccomandano che i bambini vengano nutriti esclusivamente con latte materno per i primi sei mesi, quindi che il latte materno sia combinato con altri alimenti. Alimenti complementari, fino ad almeno due anni di età. Semplicemente perché il latte materno non è solo cibo. Conforta naturalmente il tuo bambino se è preoccupato o stanco, contiene anche vitamine che aumentano l’immunità e il cui numero aumenta drammaticamente ogni volta che si ammala. Gli antropologi stimano che l’età naturale per interrompere l’allattamento al seno per gli esseri umani sia addirittura superiore a due anni. Sulla base di fattori come lo sviluppo dei denti, il peso, il confronto con altri primati e le prove storiche, alcuni dicono che l’età per interrompere l’allattamento al seno varia da due a quattro anni, mentre altri pensano che i nostri antenati siano stati probabilmente allattati al seno fino all’età di sei o sette anni. Oggi, oltre il 60% delle madri nei paesi sviluppati fornisce alimenti in formula o alimenti complementari prima dei sei mesi di età, anche se ciò va contro le raccomandazioni dell’OMS.

Perché smettere di allattare?

Ho deciso di smettere gradualmente, ovvero passare da un’allattamento esclusivo a quello solo la notte. Quindi con lo svezzamento ho smesso di allattare di giorno, tranne quando Leonardo ha messo i molari e non voleva altro che bere il mio latte. Si, perché é vero, allattare serve anche ad aiutarlo a sopportare il dolore. Se penso ai vaccini, entrambi I miei figli sono stati aiutati dalla suzione a non sentire il dolore delle punture. Quindi ora tra i sensi di colpa e il dolore sto smettendo di allattare. Quindi impacchi e massaggi a go go. ” Attenta agli ingorghi! ” “Attenta che il seno non diventi rosso!” Aiuto, spero che smetta in fretta di produrre latte perché sto impazzendo dal dolore.

SEGUI DISTANTI MA UNITE

Non dimenticarti di seguire le nostre pagine social Facebook e Instagram.
Se ti è piaciuto l’articolo lascia qui di seguito il tuo commento e partecipa al nostro sondaggio, perché: La tua opinione conta.

Anna Piccolomini

Come si chiama mamma? Piccolomini Anna Grassa o magra ? Grassa Bassa o alta?alta Cosa le piace mangiare? Pasta e anche un po' di gnocchi Come le piace vestirsi? Bene Quanti anni ha? 3 come me Quale regalo vorresti fare alla mamma? Una macchina telecomandata Chi ama la mamma? Io e non papà Cosa fa la mamma? Sta con me e Leonardo Di cosa ti parla sempre la mamma? Di non dire brutte parole Dove vuoi viaggiare con la mamma? Alla scuola e all'asilo Cosa vuoi fare da grande? Accompagnare un bimbo all'asilo Di cosa ha paura la mamma? Di perdere il bus Cosa le piace alla mamma? Mangiare Cosa fa arrabbiare mamma? Quando lancio le macchine e dico brutte parole Ecco come mi vede mio figlio. Mi descrive di sicuro come una donna sposata con due figli che lotta ogni giorno per lavorare nel sociale. Vivo a Lussemburgo ma sono anche originaria di questo Paese e per metà pugliese. Amo il rosa da sempre e mamma dice che ho una classe innata. Amo osservare e mi lascio andare solo con le persone che amo. La mia prima impressione è sempre quella giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *