Prova catering… o prova di forza!

Prova catering… o prova di forza!

La prova catering rappresenta una delle tappe cruciali verso le nozze. D’altronde di ogni matrimonio si racconta soprattutto questo: ho mangiato benissimo. Oppure: ho mangiato malissimo. Ricordo matrimoni, ai quali ho partecipato da invitata, dove tutto è stato perfetto, ma ho praticamente digiunato. Cibo freddo o scadente, porzioni minuscole, piatti approssimativi. Al contrario ricordo matrimoni molto semplici, senza alcun tipo di sfarzo, durante i quali però mi sono leccata piacevolmente i baffi. E sono quelli – secondo me – riusciti meglio! Insomma un catering di livello, che sia in grado di soddisfare le esigenze di tutti gli invitati, è di fondamentale importanza. Per questo bisogna scegliere con molto cura… e con molti assaggi!!!

Il passaparola

La villa nella quale ci sposeremo ci ha proposto una lista di ben 7 catering! Chiaramente non era pensabile provarli tutti e così ci siamo regolati in questo modo: studiando a fondo le varie proposte e i menù, chiedendo in giro (soprattutto agli addetti ai lavori) un po’ di pareri. Quasi tutti i nostri fornitori, pur non conoscendosi tra loro, ci indicavano di volta in volta sempre il nome dello stesso catering. Dunque abbiamo iniziato a stringere la lista sempre di più, fino a quando non abbiamo fissato una prova. Anzi, due.

Una prova di forza

Quando andrete a provare un catering, fatelo a stomaco rigorosamente vuoto! Sappiate che la vostra “prova” assomiglierà in tutto e per tutto ad una “prova di forza”. La mise en place vi darà già un’idea di quello che accadrà subito dopo: tre bicchieri per il vino bianco, altri tre per il rosso, due per il prosecco, due per lo champagne. E poi via a suon di primi di pesce, primi di carne, primi in bianco, primi al sugo. Secondi al forno, arrosto, crudi, fritti e chi più ne ha più ne metta. Modestamente mi sono fermata al terzo secondo. Sono riuscita a fare un bocconcino di quasi tutto. Ale, neanche a dirlo, si è spazzolato ogni piatto. Poi il colpo finale di grazia: dieci assaggi dal buffet dei dolci.

Il menù di nozze

Al netto del fatto che la nostra prova catering è stata in entrambi i casi molto soddisfacente, abbiamo deciso di testare due volte il catering per un motivo molto semplice: oltre ai piatti proposti da loro, abbiamo voluto sperimentare anche gli altri. Intanto per capire se il livello rimanesse sempre alto e poi per avere maggior scelta nella composizione del menù di nozze. Quando arriva il momento di fare una sintesi, ricordate comunque due cose: quasi tutti gli invitati arriveranno a tavola già strapieni dall’antipasto. Quindi non esagerate, che sprecare non è mai bello. Inoltre tra gli invitati ci sarà sempre qualche vegetariano, vegano, celiaco, intollerante, indisponente e molto altro ancora. Ricordatevi di pensare a tutti, ma senza stressarvi con nessuno. Al limite un bel brindisi e… “Viva gli sposi!”.

Eleonora Marini #stilosamentepungente

SEGUI DISTANTI MA UNITE!

Sulle nostre pagine social  FacebookTwitterInstagram e Telegram.

E iscriviti alla nostra newsletter. Ti aspettiamo!

Eleonora Marini

Ciao sono Eleonora, 34 anni, nata e cresciuta a Roma, città che amo follemente e nella quale vivo, anzi convivo, con 1metroed85dimuscoli di nome Alessandro. E con due "coinquilini" bianchi, dalla coda lunga, che fanno le fusa tutto il giorno: Martino e Matilde. Sono una giornalista, amante di ogni forma di comunicazione e creatività, tanto che mi sono sempre divisa tra radio, tv e carta stampata. Per non farmi mancare niente! Assidua frequentatrice di palestra, alterno lo squat alla carbonara, il bilanciere alla bilancia, gli addominali ad un buon calice di vino, in un equilibrio perfetto che oscilla tra "da domani dieta" a "per me un altro tiramisù, grazie". Colleziono tacchi a spillo ma (ormai) vivo con un paio di Converse ai piedi; la mattina mi sveglio a volte Bridget Jones, a volte Carrie Bradshaw, ma comunque bionda e con la voglia di conquistare il mondo. O almeno un caffè alla vaniglia per svegliarmi. Sono innamorata della mia famiglia, del mio fidanzato e dei miei amici. Ma più di tutto dei miei gatti, il re e la regina incontrastati della mia vita!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.