Vorrei essere uomo tra gli uomini

Vorrei essere uomo tra gli uomini
Anna Crispino

Chi era l’uomo, il poeta Nicola Fanizzi?

Musica, quella napoletana e non solo. E, belle parole.

Uno spettacolo composito e a più voci quello di Anna Crispino, cantante e musicoterapeuta, presso il padiglione 26 Sala Basaglia del Santa Maria della Pietà, a Roma.

L’occasione è proprio quella creata per ricordare Nicola Fanizzi. Paziente psichiatrico che ha trascorso diversi anni nel manicomio proprio in uno dei padiglioni della struttura. Precisamente nel Padiglione sedicesimo.

Ricordato attraverso le sue poesie, lette dall’attore Federico Pacifici. Tutto allo scopo di restituirgli, attraverso la creatività che ha saputo esprimere come poeta, quella dignità di uomo che gli è stata tolta durante il suo internamento. Storie che è bene conoscere per non dimenticare. Perché riguardano il problema della gestione dei pazienti psichiatrici a livello di istituzioni, di strutture sanitarie e di opinione pubblica.

E poi Il rapporto tra follia e arte… esplorato nell’intervento dello psicoterapeuta Michele Rossena.  

Se abbracci un individuo, abbracci il mondo

fanizzi

Un evento che si propone di portare l’attenzione anche verso un’altra, diversa, patologia.

II morbo di Alzheimer.

Con la presenza del regista Francesco Felli che ha realizzato un corto sulla malattia interpretato da Carlo Delle Piane e Stefania Sandrelli. Un modo per ricordare una volta di più lo scomparso, grande, attore, che tra l’altro aveva avuto modo, proprio insieme a sua moglie Anna, di conoscere personalmente Nicola Fanizzi durante il suo ricovero.

Un piacevole spettacolo musicale, grazie all’interpretazione, sempre intensa, della cantante napoletana Anna Crispino, al Maestro Sergio Colicchio, agli arrangiamenti e al piano, e alle performances di Alessio Mancini, flauto, e di Juan Carlos A. Zamora, violino.

Tra i brani in scaletta anche uno in omaggio al comune Amico di Carlo Delle Piane e della cantante, Franco Battiato.

Ultimo ma non per ultimo, è uno spettacolo che è pure una iniziativa solidale.

Il ricavato dello spettacolo infatti – l’ingresso è ad offerta libera – sarà devoluto ad Amma Italiaassociazione di volontariato ONLUS che rappresenta ufficialmente nel nostro Paese Embracing The World.

Un network globale che riunisce le organizzazioni umanitarie ispirate alle attività della ONG Mata Amritanandamayi Match. Tutte realizzate grazie al servizio dei VOLONTARI che mettono a disposizione degli altri, come in questo caso, il loro tempo e i loro talenti. 

Se abbracci un altro individuo, abbracci il mondo. 

Per #ilpoteredellacondivisione

Diana Daneluz, Ufficio stampa ed esperta di comunicazione

SEGUI DISTANTI MA UNITE! Sulle nostre pagine social  Facebook, TwitterInstagram e Telegram. E iscriviti alla nostra newsletterTi aspettiamo!

ilpoteredellacondivisione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.