Costa Rica, paradiso terrestre e modello di ecosostenibilità

Costa Rica, paradiso terrestre e modello di ecosostenibilità

Come se non bastasse essere un paradiso terrestre e uno dei Paesi più felici al mondo, la Costa Rica è anche un vero e proprio modello di ecosostenibilità, da imitare e seguire. Ed è esattamente il posto dove io vorrei essere in questo momento.

L’inverno non è esattamente la mia stagione preferita e quest’anno è ancora più difficile da digerire. Freddo, pioggia e soprattutto impossibilità di viaggiare e la mente vola subito (almeno lei può farlo!) ad una spiaggia tropicale baciata dal sole e lambita dall’oceano. E quando si è stanchi di prendere il sole, via ad esplorare foreste, parchi naturali e a fare un tuffo nelle acque cristalline di una cascata. Insomma in un attimo è subito Costa Rica.

Il Paese del “Pura Vida” però non è solo spiagge da cartolina, ma è anche uno degli Stati più all’avanguardia nella lotta all’inquinamento e ai cambiamenti climatici. Questa piccola perla dell’America Centrale è infatti tra i cinque Paesi leader mondiali per l’attuazione di politiche ecosostenibili, l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili e l’eliminazione della plastica mono uso.

E voi siete mai stati in Costa Rica? Vi è piaciuto come Paese? Lo avete trovato sostenibile? O vi piacerebbe andarci? Raccontatemelo se vi va nei commenti.

UNA POLITICA ALL’INSEGNA DELLA SOSTENIBILITÀ

È prevalentemente merito del nuovo presidente Carlo Alvarado Quesada e al suo piano ecosostenibile se la Costa Rica sta diventando giorno dopo giorno un modello di ambientalismo avanzato. Da guardare con ammirazione e da prendere quanto prima come esempio.

Negli ultimi due anni infatti il Paese non solo ha ridotto notevolmente il tasso delle emissioni inquinanti, ma si è anche posto l’obiettivo di riuscire ad utilizzare solo fonti di energia rinnovabile entro il 2021. Entro cioè quest’anno!!!

Obiettivo assolutamente raggiungibile direi, dato che già dal 2016 il 99% dell’energia della Costa Rica proviene da fonti rinnovabili. Questo grazie alla ricchezza di acqua, aria, sole e vulcani di cui gode questo eden terreste incastonato tra il Nicaragua e la Repubblica di Panama.

ENERGIA PULITA E RINNOVABILE

Negli ultimi 4 anni impianti idroelettrici, geotermici , eolici e fotovoltaici sono diventati le principali soluzioni alternative per generare energia pulita. Pensate che tre quarti dell’energia rinnovabile del Paese proviene dalla centrale idroelettrica sul fiume Reventazón, che attualmente costituisce il più grande complesso di impianti idroelettrici di tutta l’America centrale.

PLASTIC FREE

A tutto questo si unisce anche la lotta quotidiana all’inquinamento prodotto dai rifiuti. Era il 2017 quando il Paese ha iniziato ad attuare una politica plastic free, portando gli abitanti ad abolire totalmente la plastica monouso già nell’estate del 2018.

MOBILITÀ ELETTRICA E RIFORESTAZIONE

Per combattere la crisi climatica la Costa Rica si è anche posta l’obiettivo di avere, entro il 2035, il 70% degli autobus e il 25% delle automobili con motori elettrici.

Contemporaneamente il Paese ha in programma di attuare una massiccia opera di riforestazione. Da una parte per ricompensare le perdite e i danni causati con i disboscamenti realizzati tra gli anni Sessanta e Settanta e dall’altra per assorbire quella residuale percentuale di emissioni inquinanti prodotta. Un lavoro preziosissimo di filtraggio e depurazione dell’aria che, è bene ribadire e ricordare sempre, solo le piante sono in grado di operare regolarmente. In modo pulito e gratuito, aggiungerei!

L’ATTENZIONE ALL’AMBIENTE A 360°

L’amore e la cura per l’ambiente che si respirano in questo meraviglioso Paese non si limitano alla produzione di energia o all’abolizione della plastica monouso (e questo già basterebbe). Ma ispirano ogni aspetto della vita e delle politiche di questo piccolo e illuminato stato.

Solo per citarvi pochi esempi: il 30% delle foreste nel paese è protetto, grazie all’istituzione delle riserve naturali. In tutto si contano ventisei parchi naturali e otto riserve biologiche. Una grande attenzione è riservata alla protezione degli oceani, al contrasto dello smaltimento dei rifiuti in mare e della pesca eccessiva. Nel 2012 è stata vietata la caccia sportiva e ricreativa, pena 4 mesi di carcere o multe da 3000 dollari.

Strutture e servizi turistici sono pensati e realizzati per non essere aggressivi per l’ambiente, utilizzano energia solare e si inseriscono in modo armonico e rispettoso nell’immenso patrimonio naturale del Paese.

UN PARADISO… SOSTENIBILE

Con la sua vegetazione rigogliosa, l’oceano, i vulcani, i fiumi, la ricchezza di specie selvatiche, la Costa Rica è da sempre un paradiso terrestre. Un eden dove l’essere umano ha imparato a vivere con rispetto e in armonia con la natura. L’amore per la Madre Terra è insito nella popolazione locale da sempre ed è diventato una filosofia di vita.

Non sono mai stata in Costa Rica, ma mi si illuminano gli occhi solo a leggere e vedere tutte queste meraviglie. Se poi ci aggiungiamo l’attuale piano politico ecosostenibile, beh che dire?! È ufficialmente il mio posto preferito al mondo!!!

A questo punto mi resta solo una cosa da fare… in attesa che si possa tornare a viaggiare, vado a controllare la validità del mio passaporto!

SEGUI DISTANTI MA UNITE! Non dimenticarti di seguire le nostre pagine social Facebook e Instagram. Se ti è piaciuto l’articolo lascia qui di seguito il tuo commento e partecipa al nostro sondaggio, perché: La tua opinione conta.

Eloisa Dal Piai

Ciao a tutt* io sono Eloisa, Green-tosa in questo blog e nella vita. Sono nata e cresciuta a Padova, ma romana di adozione e di cuore. Vivo a Roma dal 2011 e amo questa città follemente, nonostante tutte le sue criticità. Ma io adoro mettere ordine nel caos e forse per questo anche amo vivere qui, tra storia antica, bellezza architettonica, traffico, buche, parchi immensi, caciara e il mare a 2 passi. Lavorativamente ho fatto di tutto: animatrice, babysitter, barista, assistente alla regia e insegnante di teatro, speaker giornalistica, redattrice e conduttrice radiofonica. Lavoravo nel mondo dello spettacolo, ma ho capito che non faceva per me. Sono troppo vera e genuina per quell'ambiente. E così, come faccio spesso, ho invertito la direzione della mia vita e ho cambiato strada. Perché finalmente ho capito cosa voglio: voglio alzare la voce, lottare per ciò in cui credo, fare la differenza e portare ben-essere nel mondo. Il tutto con il sorriso e tanto entusiasmo. Sono un'attivista, ambientalista e femminista, faccio volontariato e lavoro nel campo del sociale. Amo mangiare, stare in mezzo alla natura, ridere, leggere e continuare a studiare e scoprire sempre cose nuove. Vivo a colori! Il mio scopo nella vita: essere felice e portare felicità!

Un pensiero su “Costa Rica, paradiso terrestre e modello di ecosostenibilità

  1. Non vedo l’ora di andarci!!!! Speriamo presto! Sapevo che il Costa Rica è uno dei pochi paesi al mondo (se non l’unico) a non avere un esercito….questo aspetto evidentemente va di pari passo con una politica giusta sotto molti aspetti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.